Elezioni USA 2020: strategie di sicurezza informatica

Governatori e sindaci degli Stati Uniti hanno ricevuto indicazioni, strumenti e tecnologie dal governo, al fine di proteggersi da possibili minacce informatiche durante il periodo elettorale.

La Security Agency Cybersecurity & Infraestructure (CISA), il Department of Homeland Security, il Federal Bureau of Investigation (FBI) e il Center for Internet Security (CIS), sono alcune delle istituzioni americane impegnate ad attuare il piano strategico nazionale, attraverso le politiche meccanismi di sicurezza e difesa informatica. Le attività della CISA mirano a preservare l’intera infrastruttura elettorale. La strategia di sicurezza e contenimento dei rischi copre tutti gli stati e altri uffici elettorali. Verranno effettuate consulenze e monitoraggio costante. Il ruolo dell’FBI è decisivo nella condivisione delle informazioni, nel monitoraggio di possibili attacchi informatici, indagini e operazioni.

Il Department of Homeland Security e il Center for Internet Security (CIS) sono responsabili dell’implementazione del software negli uffici elettorali e della sicurezza degli endpoint, un meccanismo di protezione per reti e computer, in grado di segnalare minacce di routine e rilevare procedure sospette. Inoltre, verranno utilizzati dispositivi per monitorare la sicurezza e il flusso nelle reti elettorali, noti come sensori Albert. Secondo CIS, questo servizio è disponibile solo per gli enti governativi statali, locali, tribali e territoriali degli Stati Uniti. Albert è un Intrusion Detection System (IDS) e fornisce avvisi di sicurezza di rete per minacce di rete tradizionali e avanzate, aiutando le organizzazioni a identificare attività dannose.

Secondo il manager di FireEye Michael Atkinson, gli autori delle minacce creano più di un milione di nuove sequenze di malware al giorno. I danni causati dalla mancanza di esperti di cybersecurity e dalla mancanza di investimenti in infrastrutture e contenimento dei rischi, rendono i governi e le aziende private vulnerabili agli attacchi informatici. Gli Stati Uniti, tuttavia, hanno dimostrato continui investimenti nelle difese di sicurezza e nelle nuove tecnologie dalle ultime elezioni presidenziali del 2016.